Il massiccio dell'Esterel

In natura! Un vasto parco giochi per escursionisti, amanti del mountain bike o e-bike che vi troverà una moltitudine di tracce e sentieri che possono variare all'infinito in mezzo alle piante della macchia mediterranea.

Escursioni nell'Estérel

Per avere gli occhi pieni! Gli escursionisti apprezzano la vista delle scintillanti acque blu del mare che contrastano con il rosso della roccia. Il sentieri segnalati sono tracciati su 32 ettari, di cui 000 classificati e protetti. Il punto più alto è il Mont Vinaigre che raggiunge i 13 m. Avrai il piacere di goderti un bene picnic in mezzo alla natura e per concludere la tua uscita sportiva con un bagno in una delle calette o spiagge della costa.

Il Parco Dipartimentale dell'Estérel

Idea di escursione! da Porto di La Rague, si risale la valle verso la valle della Maure Vieille. Particolarmente eccezionali sono le viste panoramiche sulla costa e sull'intero massiccio, in particolare dai passi di Trayas e Théoule.

Maggiori informazioni

  • Superficie: 700 ettari sopra Mandelieu-la Napoule e Théoule-sur-Mer.
  • Caratteristiche: molte piste sono utilizzate dai vigili del fuoco (DFCI), e vari sentieri che le rendono particolarmente accessibili.
  • Potresti essere accompagnato da a guida professionale per le tue prime escursioni o se hai bisogno di una mappa del percorso (mappa video, mappa ONF), non esitare a venirci a trovare direttamente alla reception dell'Ufficio del Turismo di Mandelieu-la Napoule.

Un po' di storia...

Il massiccio dell'Estérel è stato strappato al continente africano durante la formazione del Mediterraneo 250 milioni di anni fa. Il suo colore e il terreno accidentato sono dovuti all'attività vulcanica.

Le insenature che si tuffano nel Mediterraneo testimoniano questa turbolenta storia geologica che offre paesaggi sorprendenti: ghiaioni di rocce scarlatte, belvedere su la Corniche d'Or, massicci profumati, grotte misteriose, panorami dove il mare incontra il cielo.

Fauna e Flora: lentischi, eriche, cisti, robinie, corbezzoli, ginepri, querce da sughero, pubescenti, pini d'Aleppo. Gli animali: cervi, cinghiali, lucertole, scarafaggi e farfalle condividono questo angolo di paradiso.