Ufficio del Turismo e dei Congressi
Mandelieu-La Napoule, Capitale della Mimosa

Office de Tourisme en français  Tourims Office in english  Sito ufficiale dell'ente di turismo   Offizieller website vom Fremdenverkehrsamt   

Il contenuto di questa pagina necessita di una versione più recente di Adobe Flash Player.

Per scaricare Adobe Flash

 Idee soggiorno

Il nostro negozio online >>
Il nostro negozio online

Attualità

 

La Mimosa a Mandelieu-La Napoule

 

 

La strada della Mimosa a Mandelieu-La Napoule

"Venite a godervi il Sud in inverno!"

Al km 108 della Strada della mimosa arriverete a Mandelieu-La Napoule, Capitale della Mimosa, una delle otto tappe di questo itinerario che collega Bormes les Mimosas a Grasse. 
La tappa di Mandelieu vi permette di costeggiare la famosa e magnifica Strada della "Corniche d’Or" che vi condurrà tra le rocce rosse del Massiccio dell'Estérel e il blu del Mediterraneo fino a La Napoule. Prosegue verso Capitou e attraversa il più grande bosco di mimose d’Europa che sovrasta Mandelieu-La Napoule sul Massiccio del Tanneron.

 

La strada della mimosa

Da La Napoule a Capitou

La Napoule è il quartiere in riva al mare tramite il quale l'itinerario vi farà giungere a Mandelieu. Potrete prendere le stradine labirintiche che salgono progressivamente al castello in riva al mare fino alla cima del monte San Peyre. Le sue facciate e piazzette sono cariche di storia in cui passato e presente si uniscono.

Il quartiere dedicato all'attività turistica fu comunque altrettanto importante nello sviluppo dell'attività legata alla coltivazione della mimosa. Infatti, dalla piccola stazione di La Napoule, treni carichi di mimose partivano tutti i giorni per raggiungere le vetrine dei fioristi.

La diversità dei paesaggi e il clima eccezionale fanno della Costa Azzurra una terra di elezione per l'Arte del giardinaggio. A La Napoule devono essere assolutamente visitati i "giardini monumentali" del Castello di La Napoule!
(Questo marchio nazionale viene attribuito per una periodo di 5 anni su proposta delle commissioni regionali formatesi sotto l'egida delle Direzioni regionali degli affari culturali (D.R.A.C.). Il castello ha ricevuto conferma del rinnovo di questa classificazione il 20 maggio 2010)

Il Castello di la Napoule >>

Foto P. Delpierre
Dopo aver attraversato gli altri due quartieri del comune - Minelle e les Termes - arriverete a Capitou, il villaggio storico dei mimosisti. Fu infatti a metà del XIX secolo che la mimosa si radicò lungo le colline del massicico del Tanneron e che gli abitanti di Capitou ne svilupparono la coltivazione che interessa ancor oggi una decina di mimosisti locali.

Da scoprire place Jeanne d’Arc, la chiesa St Pons, il parco de la Vernède annidato nella parte alta del quartiere con i suoi pini, quesce, mimose, corbezzoli, cisti ed eucalipti e il parco Parc Emmanuelle de Marande, con mimose, querce, pini ed acacie.

All'uscita da Capitou in direzione del villaggio di Tanneron, approfittate del panorama sulla costa in basso prima di attraversare bosco di mimose più grande d’Europa!

 

 

Da non perdere a Mandelieu-La Napoule, Capitale della Mimosa durante il periodo della fioritura:


Potrete scaricare il diario della Strada della Mimosa che vi guiderà per tutto il percorso. Vi scoprirete i segreti della mimosa e della sua coltivazione, oltre al programma delle animazioni e festeggiamenti organizzati dalle città-tappa della Strada durante il periodo della fioritura, da gennaio a marzo.

 


Scarica la brochure "La Strada della Mimosa 2015" >>
formato pdf - 3 mega
s


<-- Torna a Mimosa a Mandelieu-La Napoule

Torna in cima alla pagina